Registrati
This content is for registered users only. Please .

Toelettatura Fai da Te: qualche consiglio

tolettatura cani

Toelettatura Fai da Te: qualche consiglio

Quando arriva il momento di dare una bella sistematina al proprio cane si è sempre indecisi se procedere con il classico “fai da te” o se affidarsi a esperti professionisti del settore. La toelettatura cani è possibile farla autonomamente in maniera più che adeguata. L’importante è seguire i nostri prossimi consigli, fare tanta pratica e lavorare sul nostro animale domestico in maniera attenta e scrupolosa.

Ciò è possibile curando il nostro animale giorno per giorno: come vedremo nei prossimi paragrafi, tenere pulito il nostro animale domestico non è un compito da svolgere una tantum ma diventare bensì una prassi quotidiana.

Spazzolare

Iniziamo con lo spazzolare. Spazzolare il nostro cane è un compito che può essere svolto relativamente spesso, senza la necessità di ricorrere ogni volta alla toelettatura completa. Molto dipende ovviamente anche dal pelo del nostro cane.

Un cane con il pelo corto non ha bisogno di una grande spazzolatura, una volta a settimana può più che bastare per tenere il suo pelo in ordine e pulito.

I cani a pelo lungo, al contrario, hanno bisogno decisamente di più cura, a partire dai nodi che inevitabilmente possono venire a formarsi.

Il consiglio è quello di spazzolare il cane ogni giorno, utilizzando anche degli strumenti dedicati che si possono trovare nei negozi per animali. Attenti ai già citati nodi: dove non siano scioglibili è il caso di tagliare, facendo molta attenzione a non fare del male al nostro cane.

Pulizia

Anche in questo caso si tratta di compiti che possiamo svolgere in maniera quotidiana. Non stiamo parlando del lavaggio vero e proprio, ma della pulizia di alcune zone del nostro animale, in maniera simile a quanto facciamo noi esseri umani.

Pulire denti, orecchie e occhi è un impegno giornaliero che dobbiamo prendere con il nostro animale domestico, per evitare che la sporcizia possa accumularsi e provocare problemi come fastidiose infezioni.

Per gli occhi si consiglia di non utilizzare ovatta: meglio una buona garza, imbevuta anche di semplice acqua o di prodotti dedicati, per pulire con cura gli occhi del cane senza lasciare residui.

Per le orecchie è preferibile usare del cotone, mentre per i denti esistono dei dentifrici appositamente formulati.

In questo paragrafo segnaliamo anche la necessità di tagliare le unghie: solitamente si usurano con le passeggiate, ma nel caso in cui siano troppo lunghe, potrebbe rivelarsi utile tagliarle. Per farlo esistono degli specifici strumenti. Fate particolare attenzione a non tagliare troppo, per evitare di fare del male al vostro amico a quattro zampe.

Lavaggio

Arriviamo al dulcis in fundo, il lavaggio del cane, seguito ovviamente dall’asciugatura. Chiaramente questa parte dipende dalla stazza del cane: un cane di piccole dimensioni può essere lavato pressoché ovunque, mentre un cane di taglia media o superiore può avere delle necessità in più. Non dimentichiamo inoltre che molto dipende dalla natura del nostro cane e dal piacere o meno che prova durante il lavaggio.

Il lavaggio va eseguito con degli shampoo specifici per cani, così da non danneggiare né il pelo né la cute del nostro animale. Una volta terminato il risciacquo, arriva il momento di asciugare.

Questa procedura è in realtà molto semplice: prima si asciuga con un asciugamano, cercando di fare il grosso del lavoro, per poi completare con il phon. Attenzione al phon: tenetelo a una distanza ottimale, altrimenti potreste scottare il malcapitato amico peloso.

 



Non ci lasciare!Rimani almeno aggiornato sulle nostre novità!

C’è chi ha scoperto l’amore per un cucciolo e chi è riuscito a trovare l’anima gemella. Si sono create coppie, Cupido lavora meno e… sono in arrivo tanti cuccioli!