cuccia per cani da interno quale scegliere

Oggi il mercato offre infinite opportunità quando si tratta di cucce per cani, sia da esterno che da interno. E la ragione è più che buona: il tuo amico a quattro zampe merita un posto accogliente dove riposare e rosicchiare i suoi giocattoli.

La prima cosa da valutare prima dell’acquisto della cuccia perfetta, sono quindi le abitudini del cane. Se il cane vive prevalentemente all’esterno sarà necessario assicuragli un riparo adeguato, in questo caso vi consigliamo di leggere questa guida alla scelta delle cucce per cani.

Se invece il cane vive in casa e ha necessità quindi di una cuccia per cani da interno, le domande da porsi in fase di scelta sono molte. Quali caratteristiche si dovrebbero cercare in una cuccia per cani da interno? Come si fa a sapere se è la scelta giusta? Vediamolo insieme.

Com’è fatta una cuccia da interno per cani

Come abbiamo detto, esistono molti modelli differenti, che più avanti analizzeremo nel dettaglio, ma per garantire un buon risposo al tuo amico a quatto zampe, è fondamentale che la cuccia da interno per cani abbia determinate caratteristiche.

La cuccia è il posto dove il cane passa grande parte della sua giornata, soprattutto con il passare degli anni. È quindi fondamentale che sia comoda e confortevole. Queste caratteristiche sono spesso soggettive, nel senso che ogni cane ha le proprie preferenze e quindi non esiste una regola che valga per tutti. A volte è necessario cambiare e provare più modelli prima di trovare quello più adatto.

Un altro fattore molto importante è la dimensione che deve adattarsi perfettamente alla taglia del cane. La cuccia per interno non deve essere troppo piccola, perché risulterebbe scomoda e soffocante, ma nemmeno troppo grande per evitare che sia dispersiva e poco accogliente.

Un altro elemento molto importante da tenere in considerazione, soprattutto per i cani cuccioli, è che la cuccia sia sfoderabile e lavabile. Sarà così più facile garantire un giaciglio sempre pulito e igienizzato al proprio amico.

Cosa cercare in una cuccia per cani

Esistono diverse tipologie di cucce per cani da interno così come le dimensioni, ma ci sono alcuni fattori fondamentali da tenere in considerazione prima della scelta:

  • lo spessore dell’imbottitura. Affinché il tuo cane sia comodo, cerca una cuccia ben imbottita. I cani hanno infatti diverse protuberanze ossee che, premendo sulla pelle, possono causare dolore e talvolta anche ferite (soprattutto a livello dei fianchi, dei gomiti e delle spalle). Le superfici ben imbottite possono fornire un notevole sollievo e consentire loro di riposare comodamente.
  • il materiale dell’imbottitura. Oltre che lo spessore, considera anche con quale materiale l’imbottitura è realizzata: cinque centimetri di memory foam d’alta qualità sul fondo di una cuccia forniscono una seduta più comoda rispetto a dieci centimetri di un materiale più economico (come la schiuma sfusa o il poliestere). Un piccolo trucco? Se riesci a spremere facilmente l’imbottitura e senti le dita che si toccano, potrebbe non essere abbastanza robusta da sostenere il peso del tuo cane.
  • la regolazione della temperatura. I cani amano rannicchiarsi per riscaldarsi durante l’inverno, motivo per cui le cucce con bordi rialzati e rivestimenti morbidi e spessi sono l’ideale. Tuttavia, d’estate, una cuccia così realizzata può surriscaldarli. La soluzione? Quando fa caldo coprila con un rivestimento sottile e traspirante (oppure acquista un tappetino refrigerante).
  • la facilità di lavaggio. Fai attenzione a quanto il rivestimento sia facile da rimuovere e da lavare. Le cucce migliori sono sfoderabili e lavabili in lavatrice, specialmente se il cane ha problemi alla pelle o alle vie urinarie che potrebbero richiedere lavaggi più

 

I diversi modelli di cucce per cani

Sono moltissimi i modelli di cucce per cani da interno disponibili oggi sul mercato, sia a livello di forma che dimensione. Vediamo insieme i più ricercati.

Letti ortopedici. Cani anziani o con problemi all’anca e alle articolazioni possono trarre beneficio da un letto ortopedico. Tuttavia, anche all’interno della stessa categoria esistono modelli molto diversi. I letti etichettati come “ortopedici” possono andare dal memory foam all’imbottitura normale, quindi sii consapevole di ciò di cui il tuo cane ha bisogno. Se è un cane relativamente piccolo oppure giovane, un letto imbottito potrebbe andare bene. Ma se è molto grande, pesante o con problemi di artrite, un memory foam d’alta qualità è essenziale.

Cucce riscaldate. Durante i mesi più freddi, una cuccia riscaldata anche da interno può essere una buona opzione per alcuni cani, soprattutto per le razze senza pelo o con poco pelo, ma fai attenzione quando la usi. I letti elettrici comportano alcuni rischi, motivo per cui si preferisce in genere acquistare un caldo maglione per cani e optare per una cuccia “normale” ma ben imbottita. Senza contare che, i cuccioli, tendono a masticare ogni cosa: mordere una cuccia riscaldata non è un’esperienza troppo piacevole!

Cuccia in memory foam. È indicata soprattutto per i cani anziani, pesanti o affetti da artrite, poiché allevia la loro rigidità e li aiuta a rialzarsi più facilmente. Inoltre il memory foam previene calli, igromi (sacche piene di liquido che si formano sulle articolazioni) e piaghe da decubito. Sebbene più costosa delle altre opzioni, una cuccia così realizzata tende a durare più a lungo e mantiene la sua forma nel tempo. L’unico inconveniente? È più facile da distruggere se al cane piace masticare o scavare nel letto.

Materassino. Generalmente facile da lavare, un materassino può rendere la cuccia del tuo cane un posto più comodo in cui dormire. La dimensione è la cosa più importante da considerare quando lo scegli, in quanto devi assicurarti che possa adattarsi comodamente alla cuccia del cane anche quando la porta è chiusa. Il materassino solitamente viene utilizzato da solo, appoggiato direttamente al pavimento oppure anche come imbottitura per cucce di plastica o legno.

Lascia un commento